Congo Attualità n. 421

LA CRISI CHE STA SGRETOLANDO LA COALIZIONE GOVERNATIVA FCC / CACH INDICE 1. IL CONTESTO 2. LA LOTTA PER IL CONTROLLO DELLA CORTE COSTITUZIONALE a. Tre strani “posti vacanti” b. Il giuramento di tre nuovi giudici della Corte Costituzionale 3. LE REAZIONI a. Del Fronte Comune per il Congo (FCC) b. Di Verso il Cambiamento …

Continua a leggere

Congo Attualità n. 420

L’INSEDIAMENTO UFFICIALE DEL SINDACO DEL COMUNE RURALE DI MINEMBWE (SUD KIVU) – [1] INDICE 1. INTRODUZIONE 2. UN ATTO IMPROVVISATO E SUBITO CONTESTATO 3. IL DIBATTITO SULLE QUESTIONI GIURIDICHE 4. LA POSIZIONE DEL CAPO DELLO STATO 5. L’INTERPELLANZA PARLAMENTARE DEL MINISTRO DEL DECENTRAMENTO

Continua a leggere

Congo Attualità n. 419

10 ANNI DOPO IL RAPPORTO MAPPING DELL’ONU SUI CRIMINI COMMESSI NELLA RDCONGO DAL 1993 AL 2003. INDICE 1. LE VIE DELLA PACE: VERITÀ, GIUSTIZIA E RIPARAZIONE 2. DUE URGENZE: UN TRIBUNALE PENALE INTERNAZIONALE PER LA RDCONGO E CAMERE SPECIALIZZATE MISTE ALL’INTERNO DEL SISTEMA GIUDIZIARIO CONGOLESE

Continua a leggere

“Rd Congo, crimini di guerra e impunità. A dieci anni dal Rapporto Mapping: Quale via per la pace?”

Pubblicato il 1° ottobre 2010, il Rapporto Mapping dell’ONU rivelò testimonianze e prove di crimini di guerra , crimini contro l’umanità e probabili crimini di genocidio commessi nella Repubblica Democratica del Congo, secondo dinamiche ancora oggi non superate: è il tema dell’incontro organizzato il 29 settembre 2020 nella sede dell’Agenzia di stampa DIRE e promosso …

Continua a leggere

La pressante richiesta di un tribunale penale internazionale per la RD Congo

L’istituzione di un Tribunale Penale Internazionale per i crimini di guerra e i crimini contro l’umanità commessi nella RD Congo dal 1993 al 2003 potrà contribuire a mettere fine alle violenze ancora oggi perpetrate contro la popolazione civile da gruppi armati nazionali e stranieri. È quanto affermato dai partecipanti all’incontro “Rd Congo, crimini di guerra …

Continua a leggere

Dieci anni dopo il Rapporto Mapping dell’ONU sui crimini commessi in RD Congo dal 1993 al 2003

Rete Pace per il Congo ringrazia l’equipe di Nigrizia, l’Agenzia di stampa DIRE e la Comunità Congolese in Italia,  promotori di un incontro, il 29 settembre a Roma, per tenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica sulle razzie e le violenze che da decenni devastano alcune regioni della Repubblica democratica del Congo. E che hanno dei responsabili, …

Continua a leggere

RD Congo: a 10 anni dal Rapporto Mapping, quale via per la pace?

“Far luce sull’impunita’ e sul silenzio”, a dieci anni dal “Rapport Mapping“, un documento che rivelo’ testimonianze e prove dei crimini di guerra commessi nella Repubblica democratica del Congo secondo dinamiche ancora oggi non superate: sara’ l’impegno al centro, martedi’ 29 settembre, di un incontro ospitato dall’agenzia Dire e promosso dalla rivista Nigrizia con la comunita’ congolese in Italia.  

Continua a leggere

Congo Attualità n. 418

A 10 ANNI DALLA PUBBLICAZIONE DEL RAPPORTO MAPPING DELL’ONU SUI CRIMINI COMMESSI NELLA RD CONGO    DAL 1993 AL 2003 INDICE 1. LA PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO MAPPING a. La RDCongo, vittima collaterale del genocidio ruandese b. Dalla caccia ai rifugiati ruandesi all’occupazione dell’Est della RD Congo c. Alcune raccomandazioni del Rapporto d. Purtroppo, il Rapporto …

Continua a leggere

Congo Attualità n. 417

ALLA RICERCA DI UN CONSENSO SULLE RIFORME ELETTORALI INDICE 1. INIZIATIVE E DIVISIONI IN SENO ALLA CLASSE POLITICA CONGOLESE a.Il gruppo dei firmatari dell’appello dell’11 luglio b. L’Opposizione parlamentare rifiuta di designare i propri delegati presso la Commissione elettorale c. Un seminario per costruire consenso sulla riforma elettorale

Continua a leggere

Lettera di sostegno e di solidarietà al dottor Denis Mukwege

Caro dottor Mukwege, noi, comunità congolese d’Italia, Nigrizia e amici della Repubblica democratica del Congo, con grande stima per la sua prestigiosa e riconosciuta autorità morale, vogliamo esprimerle il nostro sostegno e la nostra solidarietà in questo momento molto difficile per il paese e per lei.

Continua a leggere