Lug 19 2016

Per non perdere il treno delle elezioni

Editoriale Congo Attualità n. 285– a cura della Rete Pace per il Congo

Le responsabilità di una crisi

La Repubblica Democratica del Congo (RDCongo) sta vivendo una grave crisi politica che potrebbe sfociare in una situazione di caos generalizzato e di estreme violenze.

Secondo le disposizioni della Costituzione congolese, l’attuale Presidente della Repubblica terminerà il su secondo ed ultimo mandato presidenziale il 20 dicembre prossimo.

Eletti nel mese di novembre 2011 per un mandato di cinque anni, anche i deputati nazionali arriveranno a fine legislatura. I senatori sono già “fuori mandato”, essendo stati eletti nel 2006, a suffragio indiretto, per un mandato di cinque anni.

Secondo la Costituzione, le elezioni presidenziali devono essere indette 90 giorni prima della fine del mandato del presidente in carica. Quindi, le prossime elezioni presidenziali dovrebbero essere convocate non oltre il 20 settembre.

Mancano quindi solo due mesi, ma numerosi sono i problemi ancora da risolvere. Le liste degli elettori non sono ancora state aggiornate, il calendario elettorale non è stato rispettato e i mezzi di finanziamento sono stati decisamente inadeguati e insufficienti. È dunque quasi certo che le elezioni presidenziali e legislative nazionali previste il 27 novembre prossimo non avranno luogo.

La non organizzazione delle elezioni dimostra l’inadeguatezza e l’incapacità, se non la malafede, delle attuali istituzioni: del Governo, perché non ha messo a disposizione della Commissione elettorale i fondi necessari per il suo funzionamento; del Parlamento, in quanto non ha fornito alla Commissione elettorale i testi legislativi indispensabili per il proseguimento del processo elettorale; della Presidenza della Repubblica, in quanto non è riuscita ad assicurare il buon funzionamento delle Istituzioni.

Leggi il resto »

Lug 19 2016

Congo Attualità n. 285

INDICE

EDITORIALE: PER NON PERDERE IL TRENO DELLE ELEZIONI

  1. IL DIALOGO POLITICO ANCORA BLOCCATO
  2. IL MESSAGGIO DEI VESCOVI MEMBRI DELLA CONFERENZA EPISCOPALE DEL CONGO (CENCO)
  3. LA RISOLUZIONE DELL’ACP/UE SULLA SITUAZIONE PREELETTORALE
  4. UN ALTRO PROCESSO CONTRO MOÏSE KATUMBI
  5. LA PUBBLICAZIONE UFFICIALE DELLE SENTENZA DELLA CORTE COSTITUZIONALE
  6. SANZIONI FINANZIARIE CONTRO IL CAPO DELLA POLIZIA DI KINSHASA

Leggi il resto »

Giu 28 2016

MASSACRI DI BENI: VERSO L’IDENTIFICAZIONE DEI VERI RESPONSABILI

Editoriale Congo Attualità n. 284– a cura della Rete Pace per il Congo

 

Le cifre di un dramma

A proposito dei crimini contro l’umanità (massacri) commessi nel territorio di Beni (Nord Kivu), in una lettera aperta indirizzata al Capo dello Stato, Joseph Kabila, la Società civile di Beni, Butembo e Lubero ha elencato una serie di dati che dimostrano la drammaticità della situazione:

– Più di 1.116 persone brutalmente uccise tra ottobre 2014 e maggio 2016, una media di 60 al mese e di 2 al giorno;

– Più di 1.470 persone sequestrate e dichiarate disperse;

– Più di 1.750 case incendiate, a volte con persone dentro;

– Almeno 13 centri sanitari incendiati, a volte con pazienti e personale infermieristico dentro;

– Più di 27 scuole distrutte, altre abbandonate, altre ancora occupate da degli sfollati, da familiari di militari o da gruppi armati;

– Più di 34.297 famiglie costrette a fuggire dai loro villaggi;

– Saccheggio sistematico delle risorse naturali e furti continui nelle case dei privati.

In mancanza di un’inchiesta approfondita, è difficile identificare gli autori e i mandanti di tali crimini, soprattutto perché stanno apparendo nuovi dettagli. Tuttavia, la gravità e l’intensità di tali crimini lasciano presupporre l’esistenza di una loro pianificazione.

Leggi il resto »

Giu 28 2016

Congo Attualità n.284

INDICE

EDITORIALE: MASSACRI DI BENI – VERSO L’IDENTIFICAZIONE DEI VERI RESPONSABILI

  1. I MASSACRI DI BENI (NORD KIVU)

  2. La Società Civile del Nord Kivu contro i massacri di Beni

  3. Il messaggio dell’Assemblea Episcopale Provinciale di Bukavu (ASSEPB)

  4. Le rivelazioni dell’ultimo rapporto del Gruppo degli esperti dell’Onu per la RDCongo

  5. Strani movimenti di popolazioni ruandofone verso l’Ituri

  6. L’operazione “Usalama” contro le ADF

  7. LE FORZE DEMOCRATICHE PER LA LIBERAZIONE DEL RUANDA (FDLR)

  8. Le FDLR uccidono e saccheggiano

  9. Tensione a Buleusa

Leggi il resto »

Giu 16 2016

L’incontro dell’opposizione a genval – bruxelles

Editoriale Congo Attualità n. 283– a cura della Rete Pace per il Congo

La Repubblica Democratica del Congo (RDCongo) sta attraversando una grave crisi politica, soprattutto per quanto riguarda la legittimità delle Istituzioni.

I senatori nazionali, i deputati provinciali e i governatori delle province sono stati eletti nei primi mesi del 2007 per un mandato di cinque anni. Le elezioni seguenti, previste per gli inizi del 2012, non hanno avuto luogo. Attualmente, essi esercitano il loro mandato senza essere stati rieletti.

È ciò che, nei prossimi mesi, potrebbe accadere con il Presidente della Repubblica e i deputati nazionali, dato che sembra ormai impossibile organizzare le elezioni presidenziali e legislative nazionali secondo il calendario elettorale previsto.

Leggi il resto »

Giu 16 2016

Congo Attualità n. 283

INDICE:

EDITORIALE: L’INCONTRO DELL’OPPOSIZIONE A GENVAL – BRUXELLES

  1. LA COMMISSIONE ELETTORALE E L’OPERAZIONE DI REGISTRAZIONE DEGLI ELETTORI
  2. IL PPRD MINACCIA LA POSSIBILITÀ DI UN REFERENDUM
  3. UN GRUPPO INTERNAZIONALE IN APPOGGIO AL FACILITATORE DEL DIALOGO
  4. L’INCONTRO DELL’OPPOSIZIONE A BRUXELLES
    1. Alla vigilia dell’incontro
    2. Lo svolgimento dell’incontro
    3. Le reazioni della Maggioranza Presidenziale
    4. Una valutazione
  5. IL CASO MOÏSE KATUMBI
    1. Moïse Katumbi in Europa
    2. Le sue guardie del corpo davanti alla giustizia a Kinshasa

Leggi il resto »

Giu 10 2016

Il dialogo politico ad una svolta decisiva?

Editoriale Congo Attualità n. 282– a cura della Rete Pace per il Congo

La preparazione ancora bloccata

La preparazione del dialogo politico proposto dal Presidente Joseph Kabila, in vista dell’organizzazione delle prossime elezioni, si trova ancora bloccata. Il facilitatore Edem Kodjo, nominato dall’Unione Africana, non è ancora riuscito a formare il comitato preparatorio del dialogo. Infatti, l’Unione per la Democrazia e il Progresso Sociale (UDPS) non gli ha ancora presentato la lista dei delegati dell’opposizione che dovrebbero far parte di tale comitato. Il motivo principale è che l’UDPS vuole dapprima accertarsi che il facilitatore del dialogo assicuri di tenere seriamente in conto le proposte presentate nella sua “tabella di marcia” (road map) resa pubblica nel mese di febbraio 2015.

Leggi il resto »

Giu 10 2016

Congo Attualità n. 282

SOMMARIO

EDITORIALE: IL DIALOGO POLITICO A UNA SVOLTA DECISIVA?

  1. IL DIALOGO POLITICO NAZIONALE
    1. La posizione dell’UDPS
    2. La creazione d’un gruppo di lavoro
    3. Verso un cambiamento di strategia?
  2. LA COMMISSIONE ELETTORALE
  3. IL MESSAGGIO DEI VESCOVI DELLA PROVINCIA ECCLESIASTICA DI BUKAVU
  4. LA COMUNITÀ INTERNAZIONALE

Leggi il resto »

Giu 03 2016

Per la libertà di manifestazione

Editoriale Congo Attualità n. 281– a cura della Rete Pace per il Congo

Tre sono i temi che, nelle ultime settimane, hanno attirato l’attenzione dei media: il non rispetto delle scadenze elettorali previste dalla Costituzione e l’ormai quasi certo rinvio delle elezioni presidenziali previste nel mese di novembre 2016; la sentenza della Corte costituzionale a proposito dell’interpretazione dell’articolo 70 della Costituzione, relativo alla fine del secondo ed ultimo mandato presidenziale del Presidente Kabila e la violenza dei massacri commessi nel territorio di Beni (Nord Kivu). A questo proposito, i partiti dell’opposizione e la società civile hanno indetto varie manifestazioni di protesta. Ma le manifestazioni sono state puntualmente interdette o represse e molti organizzatori e manifestanti regolarmente arrestati e incarcerati.

Leggi il resto »

Giu 03 2016

Congo Attualità n. 281

INDICE:

EDITORIALE: PER LA LIBERTÀ DI MANIFESTAZIONE

  1. REPRESSIONI DI MANIFESTAZIONI, ARRESTI E CONDANNE
    1. Il caso di Martin Fayulu
    2. Il caso di Bienvenu Matumo, Héritier Kapitene e Victor Tesongo
    3. La marcia di protesta del 26 maggio
  2. LA COMUNITÀ INTERNAZIONALE CONDANNA OGNI FORMA DI REPRESSIONE

Leggi il resto »

Post precedenti «