«

»

Set 11 2012

Stampa Articolo

Visita della Cenco (Conferenza Episcopale congolese)

Confratelli e amici carissimi,

sono lieto di condividere una volta tanto anche qualche buona notizia. Un gesto che non risolverà certo, come per miracolo, la situazione ancora molto pesante che continua a gravare sul Congo, ed in particolare su questa parte est, ma dà almeno un segno di vicinanza e di incoraggiamento alla gente. Domenica scorsa durante tutte le Messe e in tutte le parrocchie è stato infatti annunciato  che è in arrivo a Bukavu, Uvira e Goma, una rappresentanza della conferenza episcopale congolese (= CENCO) in ‘visita pastorale di solidarietà’.

Il Presidente della CENCO poi, nei giorni scorsi, era negli USA con una importante delegazione ecumenica e interreligiosa congolese per presentare all’ONU un milione di firme raccolte per denunciare la guerra infinita e il tentativo di balcanizzare il Paese ancora in atto. Sono stati ricevuti anche alla Casa Bianca e in altri ‘templi’ della politica mondiale.

Sono solo dei piccoli segni e gesti che mostrano però l’indignazione crescente di questo popolo contro i silenzi, le connivenze e gli interessi sporchi di gruppi politici e di potenze economiche internazionali che continuano a permettere, anzi a favorire, lo strangolamento in atto di queste popolazioni dei Grandi Laghi.

Spero di potervi raccontarvi qualcosa di più, dopo questa ‘visita pastorale di solidarietà’.

Per intanto, un cordialissimo saluto, Antr. sx.

 

PS. Vorrei solo farvi notare che i tre luoghi scelti per le celebrazioni sono assai simbolici:

– Sabato 15/9 à Nyangezi: è il luogo a sud di Bukavu, verso Uvira, dove più di 100 anni fa sono arrivati i primissimi Padri Bianchi per iniziare l’evangelizzazione di tutta questa regione, quando Bukavu non esisteva ancora! Sulla collina della prima missione, in occasione del centenario, si è cominciato a costruire ‘un luogo sacro’ o memoriale, in attesa magari di un santuario vero e proprio.

– Dom. 16/7 la celebrazione centrale si terrà nel grande stadio di Kadutu, nel cuore della periferia popolare super popolata di Bukavu che si arrampica sulle colline a piombo sul lago Kivu.

– Lun. 17/9 à Katana, a nord di Bukavu, verso Goma, una zona dell’interno dove anche recentemente ci sono state vari attacchi di gruppi armati, con delle vere e proprie carneficine.

Ancora un caro ricordo nelle preghiera. Antr. sx