«

»

Ott 17 2013

Stampa Articolo

PETIZIONE CONTRO LO STUPRO COME ARMA DI GUERRA

La Rete Pace per il Congo e la Rete Nazionale delle ONG per i diritti umani della Repubblica Democratica del Congo (RENADHOC) vi invitano a firmare la petizione online:

“Per Tribunale Penale Internazionale per la Repubblica Democratica del Congo”.

La petizione è indirizzata a:

– François Hollande, Presidente della Repubblica francese;

– Barack Obama, Presidente degli Stati Uniti d’America;

– Ban Ki-moon, Segretario Generale delle Nazioni Unite;

– Mary Robinson, Inviata speciale del Segretario Generale dell’Onu nella Regione dei Grandi Laghi

– Nkosazana Dlamini-Zuma, presidente della Commissione dell’Unione Africana;

– VAN RUMPOY, Presidente dell’Unione Europea;

– Abdou Diouf, Segretario Generale dell’Organizzazione Internazionale della Francofonia;

– Sig. Presidente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

 

Contenuto della petizione:

«Eccellenze,
in linea con le vostre dichiarazioni di condanna degli atti di stupro come arma di guerra e di tutti gli altri crimini commessi nella RDCongo, amabilmente vi chiediamo di istruire i vostri ambasciatori presso il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, affinché pongano all’ordine del giorno e approvino una risoluzione sulla creazione di un Tribunale Penale Internazionale per la Repubblica Democratica del Congo, in successione al TPIR di Arusha che terminerà le sue attività nel 2014. Tale Tribunale è la sola giurisdizione in grado di trattare tutti i crimini riportati nel Rapporto Mapping delle Nazioni Unite e che sono stati commessi, e continuano ad essere commessi fino ad oggi, nella RDCongo
».

Preghiamo i nostri lettori di diffondere questa petizione su tutte le reti di comunicazione sociale, affinché il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite possa adottare, nei prossimi giorni, questa risoluzione che contribuirà a porre fine all’impunità e alla discriminazione delle vittime dei gravi crimini commessi nella Repubblica Democratica del Congo.

Per firmare, CLICCA QUI.

 

Un grande grazie in anticipo:

Fernandez Murhola

Segretario Esecutivo Nazionale del RENADHOC