«

»

Nov 21 2012

Stampa Articolo

Repubblica Democratica del Congo (RDC): migliaia in fuga per l’avanzata dei ribelli su Goma

Medici senza frontiere

L’avanzata dei ribelli raggiunge la periferia di Goma, la capitale della provincia del Nord Kivu, in RDC. Decine di migliaia di persone sono fuggite dal conflitto lasciando vuoti i villaggi e i campi rifugiati

20/11/2012

“L’atmosfera nella città è tesa e le persone sono preoccupate”, afferma Grace Tang, Capo missione di MSF a Goma. “Gli scontri che per mesi hanno forzato centinaia di migliaia di persone a lasciare le loro case e a rifugiarsi altrove nella regione hanno ormai raggiunto le porte di Goma”.

Il campo di Kanyaruchinya, dove MSF è presente, è ormai vuoto per la fuga di circa 60.000 persone, molte delle quali già sfollate in precedenza. Molti hanno raggiunto i campi di Mugunga III, Mugunga I e Lac Vert, o si sono diretti a sud, verso i campi di Minova e Kirotche nella provincia vicina del Sud Kivu.

Le équipe mediche riferiscono che migliaia di persone sono arrivate ieri, chiedendo disperatamente di esser registrate. Le condizioni in molte zone del campo sono precarie, con carenze nella distribuzione del cibo. Lac Vert e Mugunga I sono attualmente supportati da MSF con servizi sanitari, acqua potabile e servizi igienici.

Le équipe di Medici Senza Frontiere sul posto restano pronte a rispondere a ulteriori bisogni medici e umanitari. Dell’altro personale medico – inclusi i chirurghi- e alcune forniture sono attualmente in viaggio in vista di altri scontri e sfollamenti. Il Centro per il Trattamento del Colera di MSF a Goma si sta preparando per un afflusso di nuovi casi, considerando le decine di migliaia di persone in arrivo e che allestiscono dei campi in città e nei dintorni.

In altre zone nell’est del Congo, MSF continua a fornire assistenza sanitaria gratuita in numerosi ospedali, centri di salute e ambulatori in tutto il Nord e il Sud Kivu a Rutshuru, Kayna, Masisi, Mweso, Kitchanga, Walikale e Pinga. Ci sono anche diversi Centri per il Trattamento del Colera, cliniche mobili e attività di risposta all’emergenza.