Lug 06 2012

Rapporto del gruppo degli esperti dell’Onu sulla RDCongo

Il 21 giugno 2012, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu ha approvato il rapporto del gruppo degli esperti riguardante le violazioni dell’embargo di armi e del regime di sanzioni, commesse dal Governo Ruandese.

Le violazioni riguardano il supporto materiale e finanziario ai gruppi armati che operano nel Congo orientale, incluso il recente M23, in violazione della Risoluzione 1807 (2008) del Consiglio di Sicurezza dell’Onu (paragrafo 1) e in particolare:

  • Assistenza diretta alla creazione della M23 mediante il trasporto di armi e soldati nel territorio rwandese
  • Reclutamento, per conto della M23, di giovani rwandesi, ex combattenti e rifugiati congolesi
  • Rifornimento di armi e munizioni per la M23
  • Mobilitazione e lobbismo di leader finanziari e politici congolesi a beneficio della M23
  • Interventi diretti delle Forze di Difesa Rwandese (RDF) nel territorio congolese per rinforzare l’M23
  • Supporto a molti altri gruppi armati così come alle FARDC (Forze armate congolesi) ammutinati nell’Est del Congo
  • Violazione del blocco dei beni e del divieto di spostarsi per gli individui interdetti dalla Commissione delle Sanzioni (risoluzione n. 1533 del 2004)

 

 

TESTO INTEGRALE IN FRANCESE

TESTO INTEGRALE IN INGLESE