Apr 12

IMBOSCATA NEL PARCO NAZIONALE DI VIRUNGA (GOMA): ALLARME PER ATTIVITA’ ILLECITE

È sembrata un’ imboscata ben pianificata quella che è costata la vita a una guardia forestale del Parco nazionale dei Virunga, uno dei più antichi parchi naturali dell’Africa, nella provincia nord-orientale del Nord-Kivu.

Venerdì mattina, un gruppo di 15 guardie forestali che era di pattuglia a nord del vulcano Nyaragongo è stato assalito da miliziani armati che hanno sparato nella loro direzione. Magayane Bazirushaka è morto sul colpo, mentre i suoi commilitoni hanno risposto al fuoco, mettendo i ribelli in fuga.

Secondo il racconto di Emmanuel de Merode, direttore del Parco dei Virunga, a condurre l’imboscata sarebbero stati presunti miliziani delle Forze democratiche per la liberazione del Rwanda (Fdlr), originarie del paese confinante ma attive da oltre 15 anni nel nord-est del Congo.

Secondo De Merode, nella riserva naturale sta aumentando la produzione illegale di carbone, a partire dal legname tagliato nella foresta, e il gruppo che ha attaccato le guardie forestali sarebbe coinvolto in questo tipo di attività. Secondo il direttore della riserva, ai primi di aprile le guardie avevano scoperto nel parco un forno per bruciare legname e molte piantagioni di marijuana.

L’instabilità che da anni si registra nel nord-est della Repubblica democratica del Congo, ai confini con Rwanda, Uganda e Burundi, si ripercuote nel Parco dei Virunga e non sono rari gli attacchi subiti dalle guardie forestali. Oltre al bracconaggio, che ha messo in pericolo di estinzione le popolazioni di gorilla e di ippopotami, il parco viene usato da gruppi armati come riserva di cibo e base per attività di contrabbando. Oltre alle Fdlr, nell’area sono attivi ribelli delle “Adf-Nalu”, un gruppo di matrice ugandese, Mayi-mayi e altri ex ribelli ufficialmente integrati alle Forze armate, in particolare il Congresso nazionale per la difesa del popolo (Cndp), un ex gruppo antigovernativo sostenuto da Kigali.

Antropologo e membro di una famiglia dell’alta aristocrazia belga, il principe Emmanuel de Merode è stato nominato dal governo di Kinshasa alla guida del Parco dei Virunga nel 2008. Il corpo delle guardie forestali conta circa 700 elementi.

Fonte : Misna